“ Diversivo, distrazione, fantasia, cambiamenti di moda, di cibo, amore e paesaggio. Ne abbiamo bisogno come dell’aria che respiriamo” diceva Bruce Chatwin, e noi non ci fermiamo mai.

 

Per noi il viaggio rappresenta una  porta attraverso la quale usciamo dalla realtà che viviamo, ( spesso fredda e grigia perché Amburgo, città in cui viviamo, non è certo famosa per i suoi raggi di sole)  per poi  penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno.  E quel sogno ci accompagna per tutti i mesi che precedono i nostri viaggi.

E se molti seguono uno schema simile a questo:

Da single: Brasile, Giappone , Patagonia, Namibia.

Da sposati: Spagna, Portogallo, Grecia.

Con un figlio: Gabicce Mare, bagno 26, fila 4.

…noi continuiamo a viaggiare come facevamo quando ancora non ci eravamo incontrati, conosciuti e amati subito in Vietnam senza farci intimorire minimamente dalle ore di volo e attraversando tranquillamente gli oceani.

Dopo mio giro del mondo, riassunto in 3 minuti di video qui, con mio marito abbiamo esplorato il mondo in coppia e abbiamo continuato a farlo con i nostri bambini.

Il nostro primo genito, che questo mese compie 7 anni lo abbiamo portato in giro da subito attraverso  Italia, Grecia, Spagna, Emirati Arabi, Singapore, Malesia, Indonesia, Australia, Stati Uniti, Repubblica Ceca, Ungheria, Egitto.

Tutti e 4 insieme, quindi con l´arrivo del piccolo 2 anni fa siamo stati in : Sri-Lanka, Seychelles, Giappone, Corea del Sud, Montenegro, Polonia, Malta, Canarie e varie volte abbiamo attraversato lo stivale.

 

In genere partiamo sempre verso mete calde, ma non solo per diletto! Anche per salute! Anticamente ai malati i medici consigliavano le terme, l´aria di mare, i bagni. E noi che siamo una coppia vintage seguiamo ancora quel tipo di consiglio. Ma soprattutto noi torniamo dai viaggi felici. Si, al ritorno siamo sempre stupidamente felici per dirla con una frase di Emile Zola e la felicità a mio avviso é essenziale per una buona salute.

A tal proposito vorrei rendervi partecipi del bollettino medico post viaggio Seychelles e Sri-Lanka che annotai nel mio diario.

Ne abbiamo sentite di tutti i colori quando dicevamo che saremmo partiti per un mese di viaggio verso l´oceano indiano con un bebè di 4 mesi e mezzo e un altro che avrebbe compiuto 5 anni in viaggio. Ci hanno chiamati irresponsabili, incoscienti, folli. Ma noi, ovviamente, siamo partiti lo stesso e nonostante fosse un viaggio impegnativo,  i risultati del benessere da viaggio si sono puntualmente verificati.Come potrebbe essere altrimenti con questi paesaggi?

 

 
Bollettino medico del viaggio :

Medicine usate: nessuna.
Protezione solare  usata per Gabriel ( al momento del viaggio 4 mesi e mezzo) : nessuna.
Pallore diffuso ( tutta la famiglia): scomparso.
Dermatite braccino Gabriel: scomparsa.
Muchi: scomparsi.
Malori attribuibili a varie cause: non pervenuti.
Ustioni per sovrapposizione solare: nessuna.
Punture di zanzare: non pervenute.
Secchezza della pelle: scomparsa Kilogrammi persi: numero imprecisato.
Massaggi tonificanti: effettuati ripetutamente.
Benessere psicofisico familiare : abbondante e diffuso.

 

Su questi due splendidi paesi non ci sono ancora post nel blog, nonostante il viaggio sia stato effettuato nell´inverno 2016, ma al più presto provvederò!