In un battito di ciglia è andata via questa estate che abbiamo trascorso interamente ad Amburgo. Ora le persone camminano stringendosi nelle giacche, l´asfalto oggi è bagnato e il calendario mi fa notare che da domani inizia il mese di ottobre. Ultimamente ho imparato a classificare tutto. Classifiche e liste per ogni cosa. É un metodo molto pratico e aiuta a gestire le cose. Avrei un sacco di cose da dire in questo post, perché è da tanto che non scrivo e mi sento un fiume in piena. Allora l´unica è classificare.

 

 

  1. Una delle cose più importanti che segna un grande cambio nella nostra famiglia è l´inizio della scuola di Danny boy. Ritmi veloci la mattina, i compiti da fare, i nuovi amici, il diario su cui c’è sempre qualcosa da leggere o da scrivere. Lui sembra felice, ed io mi sto abituando all´idea di avere un figlio ormai già in età scolare.
  2. Un´altra novità è che come previsto nella primavera scorsa, ho sfruttato l´estate per fare dei corsi di tedesco. Ed è verissimo che quando si ha già un buon livello, poi tutti i corsi si prendono con molta più produttività. Ho fatto due corsi alla Deutsch Akademie, un corso basato soprattuttosulla grammatica e il primo modulo del B2.
  3. Nei miei piani dopo l´eventuale miglioramento della lingua con i corsi di tedesco, ci doveva essere l´invio matto e disperato di curriculum alla ricerca di un nuovo impiego. Ma così non è stato. Alla fine è stato necessario solo mandare una decina di curriculum e fare qualche telefonata e pochissimi colloqui.
  4. Mi sono nuovamente posta l´obiettivo di organizzare incontri con bambini italiani ed il primo incontro è stato al museo Zoologico di Amburgo, con un grande esito per la massiccia partecipazione di ben 7 famiglie. In futuro cercheremo di visitare un museo al mese. 
  5. Come consigliatoci da una psicologa familiare 1 anno fa, mio marito ed io stiamo cercando di rompere la routine settimanale uscendo con i nostri amici. Uscite settimanali con amici per andare a cena o al cinema e quindi per scrollarsi di dosso la tensione e la stanchezza che si formano inevitabilmente vivendo in famiglia e avendo molti obblighi. A volte usciamo insieme e spesso separati. Sto provando poco a poco nuovi e interessanti ristoranti. Questo mese dopo i ristoranti indiano e arabo, settimana prossima mi aspetta un Ramen Bar, non vedo l´ora! E tra due settimane nuovamente pizzeria napoletana.Nella foto l´immenso teatro della  Elbhphilarmonie dove siamo stati pewr la prima volta la settimana scorsa.
  6. Nel mese di settembre abbiamo avuto visite! Prima è venuta mia madre per il primo giorno di scuola di Danny boy, che qui in Germania rappresenta una giornata da celebrare alla grande e per il compleanno del mio piccolo ometto Gabriel. A distanza di qualche giorno dalla sua partenza è venuto mio fratello. E ho scoperto un fratello fantastico! Le persone cambiano, maturano e a volte noi non ci accorgiamo di certi cambi cosi grandi. Anche se queste persone sono dello stesso sangue la lontananza molto spesso ci oscura l´evolversi della vita.
  7. Abbiamo avuto un calo organizzativo per quanto riguarda la vita famigliare. C è stato un periodo che predisponevamo al minuto gli spostamenti scrivendoli sul calendario settimanale e persino programmavamo i menu di ogni giorno. Ebbene il punto 7 equivale ad un buon proposito, ritornare ad essere organizzatissimi ed efficienti come prima dell´estate.
  8. Letture: anche se è da un pó che non vedo il gruppo di scambio libri e film in italiano, gruppo creato da me qualche mese fa, ho acquistato vari titoli soprattutto di letteratura italiana. Mi sono appassionata a De Silva e al suo avvocato Malinconico, ho viaggiato con Ramazzotti verso il Sud Africa e mi è piaciuto molto il libro dell´emergente Giacomo Mazzariol con la sua storia ispirata al fratellino Down. Ora ho iniziato la trilogia di Kent Haruf su consiglio di un brillante amico appassionato di lettur
  9. Continua la mitica chat di whatsapp con le mie amiche sparse per l´Europa, da Zurigo, da Lovanio, da Bruxelles, da Bamberg e da Milano con interscambi quotidiani di mammitudine convulsa e non.
  10. E…cosa potrei scrivere dulcis in fundo? Potrei scrivere di viaggi! E infatti tutto nuovo di zecca c´e un viaggio con una ventina di amici a Malta per Capodanno e a fine inverno un mega viaggio in un dei posti di mare piu bello al mondo. Probabilmente prima della fine dell´anno ci saranno ancora delle scappate a Bruxelles, Napoli e forse Barcellona.