Nel meraviglioso giardino dei rododendri a Inselpark nel verdissimo quartiere di Wilehelmsburg, e piú semplicemente sotto casa mia, fino al 16 luglio si potrá assisterá ad una grande festa cinese, musicale e coreografica.  La Chinesisches Laternenfest come dice il nome è appunto una festa dedicata alle lanterne, da sempre un simbolo importante per il popolo cinese.

    

    

In particolare si ritiene che le lanterne rosse siano bene auguranti, portino fortuna al luogo in cui vengono affisse e scaccino gli spiriti maligni. Le lanterne più diffuse sono proprio quelle rosse perché in Cina il rosso è simbolo di felicità e ricchezza ed è quindi il colore portafortuna: corrisponde al fuoco, e simboleggia la gioia e la passione. Esso è presente durante il Capodanno Cinese, durante la maggior parte delle festività ed in tutte le riunioni di famiglia.  Durante la dinastia Han , che nacque circa 200 anni Prima della nascita di Cristo, nella storia cinese il buddhismo fiorì in tutto il paese grazie al favore dell’imperatore. Affinché tzutto il popolo si convertisse e venisse a conoscenza della regligione il quindicesimo giorno del primo mese gli imperatori assunsero l’usanza di accendere numerose lanterne nel palazzo imperiale per mostrare rispetto a Buddha. Con il passare delle dinastie fino ai Qing ( 1911) l’usanza di accendere grandi lanterne decorative divenne sempre più diffusa anche tra la gente comune.

        

Ancora oggi le lanterne vengono appese lungo tutte le strade delle città e all’esterno di case e negozi. Nei parchi vengono allestite mostre ed esposizioni che attraggono numerosi visitatori interessati a questa usanza tipica del folklore tradizionale come appunto quella rappresentata qui ad Amburgo.

   

La festa delle  lanterne è la prima grande festività dopo il capodanno cinese. Questa giornata è conosciuta anche con il nome di Festa Yuanxiao, perché è usanza consumare delle palline di riso con ripieni di vario tipo che si chiamano, appunto, yuanxiao. Un´ultima piccola particolarità è quella degli indovinelli, parte importante delle lanterne. L’usanza di fare indovinelli divenne una parte indispensabile di questa festa sin dalla dinastia Song (960 – 1279). Innumerevoli indovinelli vengono scritti su pezzi di carta ed incollati alle lanterne che vengono appese in luoghi pubblici, in modo che chiunque possa leggerli e divertirsi nel cercare la soluzione.

La festa che si svolge qui ad Amburgo si concentra sull´esposizione di 17 installazioni ispirate alla flora e alla fauna. Incontrerete vanitosissimi pavoni colorati, intere famiglie di panda coccoloni, scimmie, farfalle variopinte, lumache sugli alberi del giardino e coccinelle, cicale, uccelli esotici e gli immancabili dragoni. Questi ultimi sono realizzati con l´assemblaggio di micro-bottigline trasparenti che con l´acqua colorata all´ interno conferiscono spettacolare policromia ai draghi. La festa é molto suggestiva anche di giorno, ma la magia si vive verso le 22 quando cala la sera e si illumina dolcemente tutto il giardino. Venerdi 14 e sabato 15 ci saranno gli ultimi concerti

venerdi Makoto Shozu, Siqi Liu, Minzuo Lu, Dong Zhou Gitarre und Percussion Gesang und Violine Electronic Duo

sabato: Ming Wang, Dong Zhou Zhudi (chinesische Flöte) und Electronic Duo